Uno e trino

Per esigenze di “servizio” (l’aggiornamento “infinito” di un articolo sui sistemi informativi archivistic) stamattina mi sono soffermato sul sistema guida generale. In chiave “innovativa” da segnalare in particolare la sezione “Stati e istituzioni”, di sicura rilevanza anche in chiave didattica proprio per le sue caratteristiche intuitive almeno al primo livello della rappresentazione.  Tramite questa sezione del Sistema Guida si accede infatti ad una rappresentazione diacronica e grafica degli assetti politici ed istituzionali italiani scandita da una periodizzazione basata sulle principali cesure macrostoriche preunitarie, secondo uno “stile” che fa molto Guida… ma che risulta davvero utile.Dal filtro cronologico emergono per i diversi periodi le istituzioni attive sul territorio nazionale, cioè l’insieme dei soggetti produttori e la lista, riprodotta anche graficamente, degli archivi di Stato che conservano la documentazione relativa. In alcuni casi, sostanzialmente a partire dal periodo napoleonico, ma con qualche eccezione anche per fasi precedenti, di questi soggetti sono disponibili i profili storico-istituzionali da cui, magari non senza qualche circonvoluzione, si può risalire anche alle descrizioni dei fondi, individuabili peraltro anche attraverso percorsi più lineari quali l’elenco degli archivi di Stato o la rappresentazione dei fondi per tipologia. Nel complesso il Sistema Guida costituisce un altro esempio importante della qualità dei sistemi di descrizione italiani e manifesta anch’esso la volontà di aprirsi in qualche modo a funzionalità di accesso meno rigide e più articolate dei “tradizionali” modelli di rappresentazione gerarchica che rimangono comunque al centro dell’impianto di questo tipo di risorsa. Resta il fatto però del possibile disallineamento tra tre  possibili punti di accesso e resta da capire quali saranno le scelte future rispetto alla coesistenza di tre ambienti descrittivi relativi agli archivi di Stato, cui vanno aggiunti tra l’altro i sistemi informativi realizzati “in proprio” da alcuni archivi di Stato e i contenuti descrittivi disponibili sui siti web di un certo numero di istituti Vero che il SAN può in parte ovviare a questa frammentazione ma resta il fatto, centrale, che la natura, la quantità,  la qualità e, soprattutto la difformità dei dati presenti nei tre sistemi può generare più di un equivoco o di un deficit informativo. Per fare solo un esempio dal sistema guida non si riesce ad evincere, mi sembra, che per il fondo Consiglio Generale dell’Archivio di Stato di Siena esiste un inventario on line, che invece emerge da SIAS.Mi sa che la via dell’integrazione sia (SIAS? SIUSA?SAS? SAN?) ancora lunga..



3 commenti su “Uno e trino

  1. ArchiPierlu il said:

    alla lucida disamina del prof aggiungo una postilla, a mio parere tutt’altro che secondaria (l’esempio con link “rotto” in parte ci parla anche di questo): la differenza tra i tre canali di accesso on-line alle descrizioni dei fondi degli AASS (locale, Guida e SIAS) è anche in termini di aggiornamento delle informazioni stesse. Salvo alcune eccezioni (che a quanto mi risulta sono databili comunque ad un lustro fa) i dati sulla Guida Generale, riaggiustati ben 4 volte per renderli “sistema” risalgono dai 40 ai 20 anni fa e sono superati dalle nuove acquisizioni, dalle ricerche storiche, dai riordinamenti e dalle inventariazioni, che almeno in teoria dovrebbero invece essere restituiti degnamente sul web locale e su SIAS (strumenti facilmente aggiornabili). Potrei citare moltissimi esempi di disallineamento profondo. Allora, perché non sottolineare ad uso degli utenti che la Guida è uno strumento da prendere come testimonianza storica, raffinata ma non corrispondente allo stato del patrimonio attuale?

  2. Alessandro il said:

    Interessante analisi.
    Una sola annotazione: sicuramente ci sono casi in cui Sias rende disponibile inventari on line, cosa che Guida non fa, e in cui le informazioni tra i due sistemi non sono allineate, ma almeno nel caso specifico del Consiglio Generale di Siena in Sias non è presente l’inventario on line, ma solo la descrizione dell’inventario.

    • ArchiFede il said:

      Non lo rende disponibile perchè il link nella scheda dell’inventario è rotto (altre risorse sul web). Se fosse quello corretto http://archiviostato.si.it/AW/main.htm?aggid=12965 dalla scheda si risalirebbe all’inventario. Grazie della segnalazione vediamo se riusciamo a far correggere l’errore. E comunque anche questo è un segnale che questo sistema dei rinvii impone un’attenzione redazionale costante