funzionalità di paleo

Nell’ambito della attività di consulenza che sto svolgendo per l’Ordine degli psicologi della Regione Marche, ho fatto adottare Paleo, il programma prodotto dalla regione per la gestione del protocollo informatico. Cercando di capirne le funzionalità, abbiamo provato a creare e gestire fascicoli informatici, dato che all’Ordine sono comunque già abituati a scannerizzare tutto e siamo in attesa di acquisire PEC e firma digitale.
Il server mi salva e collega le immagini (pdf) create, associandole alle funzionalità di ricerca del protocollo. Quello che non sono riuscita a capire è se mi crea e custodisce dei veri e propri fascicoli informatici. Mi spiego meglio: pensavo che, nel creare fascicoli informatici dovessi, a livello di metadati, inserire e utilizzare la classificazione.
Approfitto delle vostre competenze per chiedervi conferma di questo e, inoltre, se e come posso verificare se il sistema lo fa, dato che non ho modo di vedere le proprietà del documento.

conservazione del digitale, old blog

Informazioni su allegra paci

Membro del Consiglio di amministrazione e coordinatrice per gli interventi archivistici di Ebla, cooperativa romagnola. Ha assistito alla nascita di archivisticaedintorni , blog a cui collabora da sempre con il nome di Archiviata, fornendo i suoi contributi, in particolare, per tutti gli aspetti connessi alla professione e alla realtà archivistica di Marche ed Emilia Romagna.

3 thoughts on “funzionalità di paleo

  1. sara il said:

    Il sistema di protocollo e gestione dei flussi documentali Paleo, permette di creare e gestire fascicoli informatici in ambito corrente (si veda a tal proposito la specifica sezione dedicata alla “gestione dei fascicoli”); successivamente, i fascicoli informatici (corredati dei metadati necessari), dovranno essere riversati, per essere conservati e custoditi, nel sistema di conservazione digitale a norma.

  2. ArchiFede il said:

    Non conosco bene il prodotto ma da quello che dici sembrerebbe gestire un livello elementare, da nucleo minimo di protocollo comportandosi come un sistema di gestione di “oggetti” quale in effetti è anche il protocollo inteso come registrazione. Non dipenderà forse dal profilo utente che al tuo livello non consente di gestire certe funzionalità? Tipo a p.4 di questo documento per quanto datato…www.provincia.ap.it/provincia/file/mangest/MANUALE.pdf

    • sara argentati il said:

      Il sistema di protocollo e gestione dei flussi documentali Paleo, permette di creare e gestire fascicoli informatici in ambito corrente (si veda a tal proposito la specifica sezione dedicata alla “gestione dei fascicoli”); successivamente, i fascicoli informatici (corredati dei metadati necessari), dovranno essere riversati, per essere conservati e custoditi, nel sistema di conservazione digitale a norma.