Non siamo soli…

Estrapolo dall’articolo sugli utenti di cui si parlava in un post dei giorni scorsi una definizione “vivida” di una tipologia di utente.

“Desconoce la utilitad potencial de la documentaciòn de archivo, y, especialmente, las interelacciones entre las series documentales que forman el fondo documental de la instituciòn  para la qual trabaja. Ignora, el caracter organico del fondo, y, por tanto, que la informaciòon deseada, si no se encuentra en el tipo documental que en concreto solicita, puede encontrarse en otro que desconoce”. (…)  Generalmente sus peticiones o bùsquedas se limitan al dato concreto y puntual, y su nivel de exigencia es el de la respuesta imnmediata”

Secondo voi chi è?

Precedente Call for papers Il Capitale culturale Successivo The Memory of the World in the Digital age: Digitization and Preservation

3 thoughts on “Non siamo soli…

  1. ArchiPierlu il said:

    ripensandoci, un ex-archivista di mia conoscenza scriveva, 5 anni fa, dei “searchers, i pescatori di informazioni: essi non hanno teorie, non si interessano ai contesti, puntano ad uno specifico contenuto o a uno specifico documento, usano gli inventari come fossero liste orizzontali di oggetti e desidererebbero strumenti molto facili da usare, iper-analitici, utili a ottenere con il massimo di efficienza una sorta di pesca miracolosa”…

    • ArchiFede il said:

      Beh…un altro “non-archivista” scriveva sempre qualche tempo fa che “Il problema, del resto, non sta tanto nel modo in cui si conduce la ricerca, quanto nella qualità dell’informazione che si recupera e nella consapevolezza che si ha delle potenzialità e dei limiti degli strumenti che si utilizzano.”

I commenti sono chiusi.