Impulso alla digitalizzazione del patrimonio

Vi segnalo sul sito ICAR, sezione circolari di indirizzo e determine, la circolare n. 19 del 10 gennaio 2013, Percorsi tematici del SAN. Richiesta proposte per la valorizzazione del patrimonio digitalizzato a cura degli Istituti Archivistici e i relativi allegati. La circolare la trovate qui e rinvia anche ai risultati del censimento degli oggetti digitali conservati (speriamo) negli archivi di Stato che risultano essere 12 milioni. Mi sembra che la tendenza sia inequivocabilmente quella di andare verso un uso ancora più massivo della digitalizzazione di contenuti. Mi sembra una buona cosa insistere meno sul narcisismo descrittivo e imboccare la via della costruzione di contenuti…

Precedente LEGGE 14 gennaio 2013 , n. 4 - Disposizioni in materia di professioni non organizzate. Successivo Interessi di mora automatici in caso di ritardo nei pagamenti

One thought on “Impulso alla digitalizzazione del patrimonio

  1. ArchiPierlu il said:

    ottime notizie per gli utenti!
    Come noto, però, io sono un po’ diffidente sulla digitalizzazione massiva dei documenti senza il supporto della corretta contestualizzazione, ovvero delle descrizioni archivistiche. Non voglio essere pessimista, ma un po’ di esperienza mi insegna che sia molto rischioso prevedere “caricamenti massivi di dati e metadati [sugli oggetti digitali, immagino] da integrare successivamente da remoto”. Gli inventari (o banche dati archivistiche, chiamateli come volete) sarebbero da redigere prima o al massimo durante la digitalizzazione, non dopo…
    Il SAN sarà come Europeana o Culturalitalia, milioni di mini-schede di immagini, però senza nessun contenitore di approfondimento (leggasi inventari) cui rinviare? Speriamo di no…

I commenti sono chiusi.