Elenco archivisti qualificati per la Soprintendenza archivistica delle Marche

E’ consultabile sul sito della Soprintendenza archivistica delle Marche il bando per la formazione di un elenco di archivisti qualificati a cui attingere per eventuali lavori. Attenzione: scade il 14 marzo. Questo il link:

http://www.sa-marche.beniculturali.it/index.php?it/72/bandi-e-concorsi/7/avviso-pubblico-formazione-di-elenco-di-archivisti-qualificati

archivi di Stato, date ed eventi, lavoro, professione archivista

Informazioni su allegra paci

Membro del Consiglio di amministrazione e coordinatrice per gli interventi archivistici di Ebla, cooperativa romagnola. Ha assistito alla nascita di archivisticaedintorni , blog a cui collabora da sempre con il nome di Archiviata, fornendo i suoi contributi, in particolare, per tutti gli aspetti connessi alla professione e alla realtà archivistica di Marche ed Emilia Romagna.

5 commenti su “Elenco archivisti qualificati per la Soprintendenza archivistica delle Marche

  1. allegra paci il said:

    Questa mattina ho compilato la domanda per la selezione e ho visto – tanto per rispondere a Mara! – che tra i titoli di studio ammessi non c’è il Master FGCAD – Master in Formazione Gestione Conservazione di Archivi Digitali in ambito pubblico e privato – dell’Università di Macerata.
    Mi sembra che andrebbe senz’altro previsto, almeno come titolo integrativo alla laurea triennale.

    • Mara Pecorari il said:

      Sono perfettamente daccordo, sulla previsione di un Master universitario professionalizzante e attinente come titolo integrativo, ma anche alla laurea quadriennale del vecchio ordinamento. Conosco diverse persone che hanno fatto quel Master che citi e che non possono partecipare ……

  2. allegra paci il said:

    Bhe, non mi stupirei visto che la selezione è curata dalla Soprintendenza che si concentri sui soggetti da utilizzare per gli ambiti di propria competenza. Visto che le Soprintendenze sono già in affanno con gli archivi storici e tendono a farsi sfuggire del tutto gli archivi di deposito credo sia ancora molto lontano il tempo in cui ci sarà controllo e vigilanza da parte loro su come vengono creati gli archivi. Ma tanto abbiamo gli informatici che se ne occupano,
    no!?

    • Mara Pecorari il said:

      Come sai Allegra per un pò di tempo sono dovuta star lontano dall’ambiente archivistico, la mia informazione è quindi un pò datata … ad ogni modo mi pare che la nostra soprintendenza aveva qualche anno fà predisposto dei questionari da sottoporre agli enti sulla tenuta dell’archivio corrente e che riceveva anche richieste di consulenze. Non sò poi come si sia sviluppata la questione ma forse costituire un elenco dal quale far attingere direttamente poi agli enti che necessitano di consulenza “forse” potrebbe essere fattibile sin d’ora, sostenendolo però con adeguata formazione e informazione. Per quanto riguarda gli informatici, si è proprio vero, se ne occupano principalmente loro e lo vedo quotidianamente con quali risultati, con qualche eccezione a certi livelli in cui la collaborazione è invece fattibile. E’ sempre il solito problema culturale, che ancora persiste ….. spero però che la grande mole di norme che continuano ad essere emanate e ad influenzare sia direttamente che inderettamente la gestione documentale possa “costringere” almeno al suo superamento ….

  3. Mara Pecorari il said:

    Bene! Però auspicherei che si possa giungere ad avere anche un elenco di archivisti da cui attingere per eventuali incarichi che riguardino anche l’ambito corrente … e dei quali c’è pure tanto bisogno …. dico questo perchè nell’allegato 2 non è richiesta l’indicazione di questo tipo di esperienza ….