Digital Humanities: progetti italiani ed esperienze di convergenza multidisciplinare

Vi segnalo con piacere (e un certo sollievo, da autore) la pubblicazione digitale (e ad accesso aperto) del volume Digital Humanities: progetti italiani ed esperienze di convergenza multidisciplinare, Atti del convegno annuale dell’Associazione per l’Informatica Umanistica e la Cultura Digitale (AIUCD) tenutosi a Firenze, 13-14 dicembre 2012, a cura di Fabio Ciotti, Sapienza Università Editrice.

http://digilab2.let.uniroma1.it/ojs/index.php/Quaderni_DigiLab/issue/view/12

Il primo convegno annuale  dell’AIUCD ha avuto al centro alcuni temi di particolare rilevanza nell’attuale fase di sviluppo delle Digital Humanities: come favorire la convergenza di competenze diverse per sostenere il processo di transizione al digitale dell’intero patrimonio culturale? Come ripensare e riaffermare il ruolo essenziale che l’informatica umanistica è chiamata a svolgere in questo processo di trasformazione culturale? Come valorizzare il contributo culturale e scientifico della ricerca e dei
progetti condotti in ambito italiano? Diversi i contributi di interesse diretto e indiretto per gli archivisti.

Precedente Censimento degli archivisti Successivo ICA 2014 - Archives and Cultural Industries: pubblicati gli atti

One thought on “Digital Humanities: progetti italiani ed esperienze di convergenza multidisciplinare

  1. allegra paci il said:

    Ho avuto il piacere di essere presente ad una delle giornate del convegno. Visto il livello degli interventi, sarà una lettura di sicuro interesse

I commenti sono chiusi.