Rete e portale degli “Archivi per non dimenticare”

fedoraHo avuto finalmente modo di dedicare un po’ di attenzione al progetto rete degli archivi per non dimenticare, realizzato nel quadro del Sistema Archivistico Nazionale (SAN).

Prima di tutto, il progetto ha davvero messo su una rete, riunendo “più di sessanta tra associazioni, centri documentazione, fondazioni, archivi di Stato e istituti privati che conservano documentazione relativa al terrorismo, all’eversione, alla violenza politica e alla criminalità organizzata in tutti gli aspetti sociali, civili e politici”. Sono già stati realizzate iniziative didattiche di formazione, di coinvolgimento delle scuole, mostre e convegni e un  muro della memoria, che vi invito a scoprire.

Secondo, il portale www.fontitaliarepubblicana.it si caratterizza per la semplicità di presentazione e comportamento e soprattutto per l’adozione di un motore di ricerca semantico (dataTXT di dandelion) che offre la ricerca delle entità, ovvero persone, luoghi o concetti individuati e all’interno dei documenti presentati (tramite il software docTrace di Hyperborea. Per ogni entità, grazie a un’analisi di tipo semantico, sono evidenziate anche eventuali correlazioni o sinonimi presenti nei testi per indicare la medesima entità.  Insomma, una preziosa introduzione di un sistema intelligente di chiavi di accesso per le descrizioni archivistiche,  andando verso il superamento dei noti problemi di ricerca e accesso per i non esperti.

Infine, la qualità dei contenuti: al di là del titolo del progetto all’interno del SAN, che mi è sempre sembrato un pleonasmo (ci sono forse archivi che servono a dimenticare?), gli obiettivi e i risultati sono davvero importanti. Agli archivi (o serie?) attualmente consultabili, Commissione parlamentare d’inchiesta sulla loggia massonica P2,Documentazione sulla strage di piazza della Loggia, Omicidio di Ilaria Alpi e Miran Hrovatin e Documentazione sulla strage di piazza Fontana  stanno per essere aggiunti  i 130 volumi della Commissione Moro (VIII legislatura, 20 giugno 1979 – 11 luglio 1983).

I commenti sono chiusi.